Cosa conta davvero per te?

Cosa serve secondo te per vivere una vita felice? Quali sono gli obiettivi che, se raggiunti, ti permetterebbero di dire: la mia vita sta andando alla grande!

Nasciamo, andiamo all’asilo, alle elementari, alle medie, alle superiori, poi forse ci iscriviamo all’università e presto o tardi iniziamo a lavorare.


Questo è il percorso che la maggior parte delle persone affronta qui in Italia.

E l’obiettivo finale sembra essere quello di trovare un buon lavoro, che ti permetta di guadagnare tanto con lo scopo ultimo di vivere una vita tranquilla e felice.


Beh... così dicono... ma è davvero così?


L'INVERSIONE DEL PARADIGMA:

LAVORO - RICCHEZZA - BENESSERE


Siamo sicuri che un lavoro ben retribuito sia l'unico prerequisito che ti permetta di accedere alla felicità e al benessere?


Già immagino dentro la tua mente formarsi i ricordi di quando eri piccolo: senti allora tua madre, tuo padre o qualche altro tuo familiare ripeterti:

  • da grande dovrai fare il medico perché il lavoro è sicuro, guadagni tanto e sarai felice...

  • scegli una carriera come quella da avvocato, oppure da dentista o da architetto perché in questi settori il lavoro non manca mai e guadagni pure bene. Ti godrai la vita. Quello che conta è il lavoro.


Di certo non lo dicevano perché volevano instradarci verso un futuro pessimo, anzi... nel loro mondo le cose stavano esattamente così come ci raccontavano. Così era costruita la società in cui sono cresciuti: gerarchica, meccanica, fissa. Prima di venire al punto, voglio raccontarti un'altra storia.

La storia di come è cambiata la concezione dell'universo. E scoprirai fra poco il perché te ne voglio parlare.

FISICA CLASSICA E FISICA QUANTISTICA


Newton si riposa sotto l'ombra di un albero di mele. 
Una mela casca proprio sulla sua testa. 
Il fisico scopre la legge di gravità.

Era il 1665 e dalla scoperta della gravità in poi (e che sia avvenuta proprio così poco importa) si comincia a parlare di fisica classica.

E fin qui è una storia che conosciamo tutti.
Ma che cosa implicò l'apparato della fisica classica? 

Da quel momento in poi, l'universo apparve all'uomo come una grande macchina di cui si potevano conoscere perfettamente le leggi e, una volta comprese, semplicemente analizzarle e servirsene per gli scopi dell'essere umano.


 
Primi del Novecento: 
un fisico che ama suonare il violino formula un'equazione che sconvolge il mondo della fisica: 
non più solide leggi a cui aggrapparsi ma potenzialità. 
Potenzialità infinite. 

Cos'è l'universo?
Non più una semplice macchina.
L'universo è energia.
Prima di tutto. E soprattutto.
Energia in potenza. 
Energia che in ogni momento ha la potenzialità di diventare materia.


Ora, non la facciamo lunga e neppure complicata. Ai nostri scopi ci basta questa brevissima spiegazione.

A cosa ci serve? Ecco la risposta:


la società di oggi segue esattamente la stessa logica:



LA LOGICA DELLA POTENZIALITA'

Potenzialmente - ci dice - tu puoi fare qualunque cosa. A patto che tu sappia esattamente cosa vuoi e come farla.

E che tutto in te sia allineato a quello scopo. E' un concetto che rivoluziona tutto, anzi che ha rivoluzionato tutto.

E lo so, per molti è difficile credere nell'impossibile. Soprattutto per chi questo cambiamento lo ha visto concretizzarsi quando aveva 20/30 anni o più.


Eppure a oggi anche il lavoro ha spalancato il grande universo delle possibilità.

Non è più un mondo gerarchico e fisso (forse non lo è mai stato?) dove la serie di passaggi obbligati [scuola dell'obbligo - università - specializzazione - master] ti porterà a scalare il successo.

  • Quanti laureati non lavorano né subito dopo aver conseguito la laurea né anni dopo?

  • Quanti fanno specializzazioni su specializzazioni elargendo sempre soldi e iniziando a guadagnare mai?

  • Quanti, dopo aver molto studiato, si ritrovano a raccogliere i frutti delle loro fatiche?

Molti sono i motivi perché questo accade e qui non li indaghiamo.

Vogliamo soltanto renderci conto di come le cose non siano esattamente così come ce le hanno presentate.


Avete presente la bellissima serie di Zerocalcare "Strappare lungo i bordi"? Questo è uno dei passaggi significativi:


E allora noi andavamo lenti perché pensavamo che la vita funzionasse così, che bastava strappare lungo i bordi, piano piano, seguire la linea tratteggiata di ciò a cui eravamo destinati e tutto avrebbe preso la forma che doveva avere.

Poi però, anche nella storia di Zero si scoprirà che non solo per lui, ma che per nessuno funziona seguire la linea tratteggiata.


Quindi?

Quindi il primo passo da compiere è rasserenarsi.

Il secondo è esplorare quello che il mondo oggi ha da offrire e trovare quello che fa per noi.


Ad esempio, nel campo del lavoro, il mondo virtuale e la tecnologia hanno aperto le porte a moltissime professioni prima inesistenti, che ti danno la possibilità di realizzare quelli che sono i tuoi obiettivi.


In fondo solo tu puoi capire quale vita vuoi per te stesso e, di conseguenza, quale stile di vita e quali abitudini ti permettano di vivere una vita felice e di raggiungere il benessere.


Per questo è importante che tu capisca cosa conta davvero per te nella vita.

E farlo senza avere paura che quello che desideri sia troppo.

Non lo è.


Cosa conta per te?


cosa conta per te?


1. Ti piace viaggiare? Vivresti sempre in un luogo diverso?

Beh, puoi trovare un lavoro da remoto che ti dia questa libertà.


Moltissime persone lavorano in ufficio o in fabbrica, sebbene amino viaggiare. Così finiscono per potersi permettere soltanto 1 o 2 vacanze all’anno. E a loro basta? Ma no che non basta! Se anche tu conosci questo tipo di persone, le avrai sentite centinaia di volte lamentarsi dell'impegno lavorativo e sospirare pensando a quando finalmente potranno andare in vacanza. Si lamentano ma non pensano minimamente che possano cambiare la loro situazione.

E invece sì, è possibile!

Capisci bene che queste persone non vivranno mai una vita felice se il loro desiderio è quello di vivere viaggiando (a proposito, ti parlo qui della mia esperienza)


2. Sei una persona sedentaria per la quale gli affetti sono la priorità?

Perfetto, puoi imparare una professione e trovare un lavoro da remoto, o che sia vicino a casa, così da passare con la tua famiglia i momenti più importanti della giornata e della settimana.

Non ti farebbe bene invece fare un lavoro che implichi ogni settimana di spostarti e ritornare a casa solo nel weekend.


3. Vuoi invece fare carriera e non ti importa di viaggiare o farti una famiglia?

Allora trova un’azienda che ti permetta di farlo, che ti dia la possibilità di avanzare di anno in anno, di esperienza in esperienza nella tua carriera. E anche qui il mondo online è un'autentica miniera d'oro.


Riepilogando...

Insomma, per vivere una vita tranquilla e felice innanzitutto capisci cosa conta davvero per te nella vita:

cosa nella tua vita non puoi e non vuoi per nessun motivo al mondo sacrificare.

Mi raccomando: è molto importante che tu lo capisca. A tal proposito ti consiglio un esercizio molto efficace di cui abbiamo parlato in un precedente articolo (leggilo qui)


E una volta capito potrai costruire passo dopo passo il lavoro, l’ambiente, le tue abitudini intorno a ciò che conta veramente per te.


Bene, siamo arrivati alla fine di questo articolo ma non voglio lasciarti senza averti consigliato di entrare a far parte del gruppo Telegram di Fenice Academy.

Troverai all'interno tanti spunti sul mondo delle professioni online, tantissimi consigli sulla tua crescita personale e su come raggiungere tuoi obiettivi.

  1. Per sbloccare una situazione in stasi da tempo;

  2. per mettere in atto un cambiamento;

  3. per vivere una vita piena e che sia come tu la desideri.