Vuoi imparare qualcosa ma fallirai se non sai questo

Hai iniziato da poco un percorso per imparare una nuova professione, stai studiando una nuova lingua, stai seguendo un corso di aggiornamento su un nuovo programma da usare per il tuo lavoro.

Se ti trovi in una situazione similie, allora sappi che c'è un errore che il 99% delle persone fa che gli impedisce di arrivare alla fine di un percorso, di un processo di apprendimento, avendo davvero imparato qualcosa.



la fase critica di un processo di apprendimento: come superarla



Prima di arrivare alla fase critica e capire quindi cosa fare per superarla, analizziamo velocemente le 3 fasi di un processo di apprendimento:



LA FASE INIZIALE:

la comprensione


In questa fase cerchi di capire quale è l’obiettivo e qual è il programma da seguire per raggiungerlo. E’ una parte fondamentale perché è proprio qui che capisci cosa ti motiva, cosa ti spinge a voler intraprendere un determinato percorso e a volerlo portare a termine.



LA FASE DI MEZZO:

il miglioramento


A percorso avviato, questa è la fase dove iniziamo ad apprendere concretamente un'abilità. Qui inizi anche a capire meglio:

  • quali sono le risorse che devi mettere in atto

  • quali risorse hai

  • quali ti mancano

  • quali puoi imparare

  • quali invece devi e puoi delegarle perché non fanno per te



LA FASE FINALE:

il progresso


Ecco, questa è la fase su cui vogliamo soffermarci oggi:

la fase del progresso (o rifinitura).


Entri in questa fase quando inizi a sostenere nel tempo l’acquisizione di un'abilità.

Una volta, infatti, imparato tutto ciò che ti serve e una volta avviato il meccanismo, si tratta "semplicemente" di continuare a lavorarci su, ad accumulare esperienza.


Perché - ti chiederai - è il punto critico di un processo di apprendimento, quello dove la maggior parte delle persone molla?


Esistono numerose motivazioni, personali e non, che possono condurre una persona a smettere un processo già avviato, ma oggi mi soffermo su una motivazione molto comune.


La risposta è semplice:

dai per scontato che il tuo lavoro è finito.


Concluse le prime 2 fasi, pensi infatti che non è necessario fare altro tipo di sforzo.

- "So già tutto quello che mi serve, non ho bisogno di imparare altro"

Questa è una frase molto comune che, anche se non hai pronunciato ad alta voce, sicuramente avrai pensato parecchie volte.


Ma ecco quello che voglio dirti:

se inizi a rilassarti e smetti di essere motivato e, addirittuta, cambi il tuo focus e ti concentri su qualcos'altro, stai commettendo un grave errore.


Infatti, è davvero facile illudersi e pensare che un’abilità possa già essere nostra, ma ricordati che ci vogliono almeno 2 mesi per far sì che un’abilità che stai imparando possa entrare a fare parte delle tue abitudini e quindi diventi un automatismo. Se poi, per imparare quest'abilità, devi smontare dei meccanismi poco funzionali precedentementi appresi, beh... il tempo raddopia.


Quando ti cimenti in qualcosa di nuovo, quando vuoi migliorare un'abilità, quando cerchi di imparare un nuovo esercizio, insomma, qualsiasi cosa tu voglia imparare, il tuo scopo finale dovrebbe essere uno soltanto:


imparare un’abilità così bene da farla in automatico.

Capisci allora perché è così fondamentale sostenere il progresso nel tempo?

Perché è il punto nel quale la maggior parte degli individui crolla, smette, e perché è proprio in questa fase che si ha la possibilità di fare propria, al 100%, un’abilità e riuscire ad andare avanti nel progetto che hai in mente per te.


A proposito di questo, se stai per avviare un progetto o anche solo se vuoi imparare nuove competenze (non sarà mica uno dei nostri corsi per diventare un Professionista del Futuro?), vorrai sapere quali sono gli strumenti con i quali è necessario partire.


Niente paura: scoprili subito qui

Post recenti

Mostra tutti