3 consigli per creare contenuti Social

Cosa fa un Social Media Manager nell'idea comune?


social media manager: creare la grafica perfetta per instagram, facebook, tiktok

Poco tempo fa abbiamo fatto un sondaggio in diversi gruppi Facebook e nelle storie di alcune profili Instagram con i quali collaboriamo.

Il sondaggio consisteva in una semplice domanda:

qual è la paura più grande di chi vorrebbe imparare la professione del Social Media Manager ma poi non lo fa?


Il dato interessante scaturito dalle risposte è il seguente:

quasi il 75% delle persone non iniziano un percorso da SMM perché non si sente capace di creare contenuti, soprattutto a livello grafico.


Mi sembra sentirti mentre pensi:

io non sono un grafico, come faccio quindi a creare dei contenuti di valore e soprattutto come faccio a crearne tanti?


E' il caso, innanzitutto, di smontare la prima credenza che risponde alla domanda:


Cosa fa il Social Media Manager?


Ecco, la risposta potrebbe sembrare banale, invece non lo è.


E sai perché?


Perché il Social Media Manager non cura solo le grafiche di un profilo Instagram, di una pagina Facebook, di un profilo Tiktok e così via... ma addirittura questa mansione è una di quelle meno importanti che lo riguardano.


Ci sono infatti molte altre cose che deve sapere e, soprattutto, saper fare.


Non vogliamo però in questo articolo discostarci di molto dall'argomento per cui è nato quindi, se vuoi scoprire ancora di più nel dettaglio di cosa si occupa il SMM, guarda il video dove Federico fa un quadro completo di questa Professione del Futuro:




Dopo di ché, noi torniamo a parlare nello specifico di creazione di contenuti a livello grafico e, a questo proposito, voglio darti 3 consigli per performare bene in questo campo.


Premessa fondamentale:

la migliore piattaforma per la creazione di grafiche


La domanda che ti porrai inizialmente è:

qual è il migliore programma per creare grafiche?


Ti propongo 2 scelte, entrambe molto valide:

  1. Adobe Photoshop: consigliato soprattutto per chi già maneggia un po' il programma. Imparare ad utilizzarlo infatti richiede del tempo ed inoltre il programma ha un costo.

  2. Canva: la scelta consigliata per chi è alle prime armi. E' molto facile da utilizzare, intuitivo, completo e di ottima qualità. Ha sì una versione a pagamento, ma la versione gratuita è già ricca di funzionalità e può assolutamente andare bene.


Fatta questa premessa, ti illustro adesso i 3 consigli che ho preparato per te che ti aiuteranno a creare delle ottime grafiche e gestire la loro programmazione.




1) Crea 2/3 modelli grafici


Devi sapere che non dovrai impazzire ogni giorno per creare nuove grafiche interessanti, diverse da quelle create il giorno precedente, ma dovrai soltanto creare inizialmente 2 o 3 tipologie di bozze per il cliente.

Per preparare tutti i contenuti successivi, userai semplicemente questi modelli.


Cosa significa questo?

Non dovrai cambiare lo stile, il colore, la forma, il carattere, il format... niente di tutto questo.


E cosa dovrò cambiare quindi?

Solo la frase e/o l’immagine.


Pulito, chiaro, semplice.


NB. Consiglio nel consiglio

Dopo 4/6 mesi, le grafiche inizialmente create molto probabilmente performeranno meno. In questo caso basta trovare un nuovo stile ed il gioco è fatto.




2) Usa la stanchezza


Una volta creato il modello, creare il post a partire da esso è un gioco da ragazzi:

non avrai quindi bisogno di tanta concentrazione, di conseguenza è un lavoro di cui puoi occuparti anche quando sei più stanco.


Qual è quindi il consiglio?

Dedica i momenti della giornata in cui sei più fresco, sveglio e attivo per svolgere quelle attività che ti richiedono un'attenzione maggiore.

Tra queste troviamo:

  • sviluppare una nuova strategia di crescita

  • pensare alla tipologia di pubblicità da fare

  • creare i testi da scrivere nella descrizione dei post

  • et similia

Nei momenti in cui, invece, sei meno agile col pensiero ed hai meno concentrazione dedicati alla creazione delle grafiche.


Così, ottimizzerai al massimo il tuo tempo.

E - credimi - non è cosa da poco.




3) Il troppo NON stroppia

Quando si tratta di creare immagini, ti consiglio di non limitarti ad una alla volta ma al contrario, preparane almeno 10 o 20.


Nella tua pianificazione giornaliera, hai dedicato un’ora alla creazione dei contenuti? Bene, non creare solo un’immagine per poi fare altro, ma prova ad assecondare il mood creativo, continua a crearne.

Sfrutta quel tempo solo per quello.


Crearne di più di permette di essere avanti con il lavoro e poter dedicare ancora più tempo alla parte strategica della professione da Social Media Manager.


Bene, siamo arrivati al termine di questo articolo ma ho altri contenuti interessanti da proporti, che ti aiuteranno nel tuo lavoro da SMM o per fare pratica se sei ancora all'inizio:


  1. 3 suggerimenti per le tue campagne ADS e un'opportunità PREMIUM

  2. la chiarezza: l'elemento base per una strategia di posizionamento vincente

  3. SMM: 3+1 errori da novellino (e come evitarli)

C'è un'ultima cosa che puoi fare, per evitare di disperdere la tua attenzione in tanti contenuti:

averli tutti in un'unica piattaforma che puoi vedere e rivedere quando vuoi, per sempre.


Di che si tratta?

Del corso da Professiona del Futuro da Social Media Manager, dove troverai tutto ma proprio tutto quello che ti serve per iniziare a lavorare nel campo (compreso uno stage di 4 settimane in un'azienda alla fine dello studio teorico-pratico)




Post recenti

Mostra tutti