Social Media Manager: 3+1 errori da novellino

Vuoi diventare o stai iniziando a fare il Social Media Manager?


Bene, continua a leggere questo articolo perché ti sarà sicuramente d’aiuto:

ti parlo infatti dei 3 errori che non devi fare, soprattutto all’inizio.

Errori che ti potrebbero penalizzare e fare in modo che il tuo cliente perda fiducia in te già in partenza, con la conseguenza di non riuscire a prolungare la collaborazione.


Basta chiacchiere e partiamo subito:



1. CREARE GRAFICHE NON EFFICACI


Il primo errore consiste nel non avere un minimo di abilità nel creare grafiche.


Il buon design è far sentire gli altri designer degli idioti, perché quell’idea non è loro ~ Frank Chimero ~

Le grafiche sono veramente importantissime perché è grazie ad esse che il Social Media Manager riesce a posizionare e sfruttare il massimo potenziale del suo cliente.

Infatti con buone grafiche riuscirai a comunicare quello che è il brand del tuo cliente, aumentandone la percezione e creando sentimenti di fiducia nei follower che lo seguono.


· Cosa fa il cliente

· Cosa vende

· In cosa crede

· Quali sono i suoi valori

· Quali sono i suoi servizi

· I suoi punti di forza e la sua unicità

· Cosa lo differenzia dalla concorrenza.


Queste sono le domande a cui rispondono con immediatezza e semplicità delle buone grafiche.



Quindi prima di prendere un cliente, se hai delle lacune nel creare grafiche, esercitati, esercitati ed esercitati.



2. LAVORARE IN TROPPE NICCHIE SIMULTANEAMENTE


Il secondo errore è di iniziare a lavorare in più nicchie contemporaneamente diverse tra loro.

Non cascarci, non farti attrarre dal denaro perché se inizialmente non hai esperienza e ti butti in settori diversi, rischi di fallire contemporaneamente in tutti.


Quello che invece ti serve inizialmente è iniziare in una nicchia, prendere familiarità, studiarla, acquisire esperienza, focalizzarti solo su di essa e provare finché non ottieni i risultati tanto attesi.


Una volta capito come funziona quella nicchia potrai anche passare ad altre, ma non farlo prima.



3. FARE ADVERTISING PRIMA DEL TEMPO


Terzo e ultimo errore:

lanciare campagne pubblicitarie quando il profilo non è pronto.



Cosa intendo con questo?

Se non hai ancora pubblicato almeno 20-30 grafiche, è inutile che inizi con le campagne pubblicitarie e magari anche con l’obiettivo di portare più persone a vedere il profilo, perché non darai nessun valore alle persone che verranno e quindi le perderai tutte.

Se vuoi che una persona inizi a seguire il profilo del tuo cliente, e che magari diventi prima follower e poi cliente, devi dare innanzitutto un motivo per il quale iniziare a seguire il profilo:

le persone devono percepire del valore durante la visita di un profilo, altrimenti non lo seguiranno.



Ora, so per esperienza (perché sono un SMM) che è difficile, soprattutto all'inizio, districarsi nella rete dei Social e si rischia di fare continui buchi nell'acqua.


Sai che c'è però?

Che non è un passaggio necessario quello che ci vede fare continui tentativi di far funzionare le cose e perdere quindi molto tempo che potremmo invece investire in altro.


E sai perché?

Perché non siamo più all'inizi, non c'è più l'esigenza da parte delle persone di smanettare personalmente alla ricerca delle formule giuste per sbancare nei Social Media, perché è un mondo già avviato, anche se sempre in continua evoluzione.


Significa che esiste già un sapere e delle competenze che sono valide e riconosciute per poter iniziare a lavorare come Social Media Manager e farlo da esperti.


Veniamo al punto.


Nella nostra Accademia, uno dei 3 percorsi di punta è proprio quello da Social Media Manager:

un percorso step by step dove imparerai non solo a gestire i profili Social dei tuoi clienti (aziende e personal brand che siano) ma anche a creare campagne pubblicitarie per i tuoi clienti.


Questo fa la differenza tra un SMM di medio livello e uno che può sfondare e crearsi una carriera in salita.

Saper fare advertising infatti è ormai una competenza fondamentale della professione del Social Media Manager.

Anche la più piccola azienda a un certo punto ti chiederà di investire dei soldi per conto suo nella pubblicità a pagamento e, a dispetto di quanto si dice in quest'ultimo periodo, le inserzioni su Facebook e Instagram (o dovrei dire Meta?) sono ancora un must. Se ben strutturate, generano infatti lead di qualità.


Allora, sai qual è il 4° errore che potresti fare adesso?

Perderti questa opportunità:

l'opportunità di imparare le abilità più richieste dalle aziende e diventare un Social Media Manager in grado di competere ai più alti livelli di mercato.

Chiama ora il numero verde gratuito di Fenice Academy


parla con un tutor, esponigli le tue domande e i tuoi dubbi e inizia oggi a progettare un futuro all'altezza delle tue aspirazioni.