Social media manager: 3 contratti da evitare

In qualsiasi ambito, professione, nicchia ci sono clienti da evitare. Senza se e senza ma, questa regola vale per tutti, anche per i Social Media Manager.

Ci sarà sempre quel cliente che rimarrà insoddisfatto, qualsiasi lavoro tu faccia. Incontrerai anche quello che vuole prima testare il servizio gratis o pagare a modo suo. Insomma: fuori se ne vedono di tutti i colori.

Anche io in questi anni ho incontrato clienti del genere e, inizialmente, ci sono anche cascato. In questo articolo voglio quindi svelarti 3 tipologie di contratti per Social Media Managerche non dovresti mai accettare.


social media manager: 3 contratti da evitare

1. CONTRATTI DI 1 MESE

Quando il cliente non ci conosce ancora, è probabile che non abbia ancora fiducia in quello che abbiamo da offrirgli. Ci può stare, ma i contratti da 1 mese sono comunque da evitare. Infatti, è poco probabile riuscire a portare risultati il primo mese, a meno che il cliente non ti metta a disposizione del budget da poter investire in pubblicità. E questo spesso non succede. Infatti, nel 99% dei casi, il cliente vuole investire il minimo e crescere solo con la crescita organica.

Ecco: non accettare mai.

il lavoro da social media manager richiede tempo

Devi spiegargli che il tuo lavoro dà i suoi frutti nel lungo periodo. La fase di posizionamento e di crescita sui social non è immediata, è ma un processo lungo. Di conseguenza, per fare un lavoro come si deve bisogna aspettare. Vero anche che il tuo cliente vedrà già da subito come fai il tuo lavoro perché pubblicherai contenuti sui social tutti i giorni o quasi. I risultati però arriveranno nel tempo.

Quindi quale può essere un contratto ideale? Minimo 3 mesi, ideale tra gli 1 e i 3 anni.


2. TI PAGO IN BASE AL FATTURATO IN PIÙ

Un’altra proposta che potresti ricevere è di essere pagato in base al fatturato mensile del tuo possibile

Un’altra proposta che potresti ricevere è la seguente: essere pagato in base al fatturato mensile del tuo potenziale cliente.

Il cliente ti spiega: Guarda, io guadagno questo tot tutti i mesi. Se nei prossimi mesi vedremo un incremento di fatturato di più di 1.000€, allora ti darò il 20-30-40% della cifra in più che mi hai portato.

Non esiste, devi avere un fisso! Accettare una proposta di questo tipo è folle. Non funziona così.

Sei un professionista a tutti gli effetti quindi prenditi il tuo fisso: su questo non si discute.

Eventualmente, potete mettervi d’accordo e inserire anche degli obiettivi: ad esempio, “Se guadagno TOT allora ti do il 20%”. Se non è così, rifiuta.


3. INCLUDERE LE SPESE NEL FISSO CHE GUADAGNI

Veniamo all’ultima proposta: includere nel tuo fisso mensile i costi pubblicitari e i tools da usare.E tu sei libero di decidere quanto spendere.

Lì per lì sono due le cose che puoi fare: metterti a ridere oppure voltarti e andartene. Con queste persone difficilmente poi si arriva ad un accordo serio. Come avrai intuito, anche questa offerta è da rifiutare, perché non puoi utilizzare il tuo denaro per pubblicizzare il business degli altri. È semplicemente folle accettare un’offerta di questo tipo.



 

Non vuoi perderti più neanche un post del nostro blog? Vuoi ricevere ogni giorno consigli, strategie e le migliori pratiche per lavorare online?

Fai una semplice azione:


e avrai tutto questo gratuitamente..