Anche tu rimandi fino a quando non hai più tempo? Ecco cosa puoi fare da oggi

Ti è mai capitato di rimandare qualcosa fino ad arrivare al punto in cui sei costretto a dirti:

“Come faccio ora che non c'è più tempo??”


Lo so, è una domanda retorica, ma c’è un motivo ben preciso per cui accade e oggi ti aiuto a scoprire un modo per evitare che questo malsano atteggiamento ti costringa a ridimensionare i tuoi obiettivi.




Chi comanda le tue azioni


Per capire come smettere di procrastinare, bisogna in primo luogo capire chi è il responsabile delle scelte che fai durante il giorno.

Non sono io?

Ecco, non proprio.

Non sei tu, ma diciamo pure che è una parte di te, e ora vediamo quale.




Il magazzino della mente


Se ti sei mai interessato al mondo della crescita personale e, in particolare, del mindset, saprai che la tua mente si può dividere in 2 grandi blocchi:

  1. la coscienza, cioè i tuoi ragionamenti e tutto quel che sai di aver pensato

  2. l’inconscio, una zona misteriosa ma molto più potente di quanto immagini.


Ore 7.00. La luce è appena entrata dalla finestra della tua stanza. Suona la sveglia.

Ti svegli e istintivamente allunghi la mano sinistra per afferrare il cellulare e staccare la sveglia.

“Come mai la tua mano sapeva perfettamente dove trovare il telefono, nonostante tu avessi ancora gli occhi chiusi?”


Come immaginerai, nessuna magia si nasconde dietro questo gesto. Semplicemente ogni sera tu imposti la sveglia e posizioni lo smartphone sempre nello stesso posto. Proprio per questo, la tua mano conosce esattamente la distanza che la separa dalla sveglia. Ergo, stai facendo un’azione senza pensarci.


Ed ora, i miei complimenti! Hai appena scoperto cos’è un’abitudine!



Si vive per forza di abitudini

Ora, le abitudini sono essenziali e risparmiano al nostro cervello energia a iosa, perché ti permettono di non sovraccaricarlo.


Ma attenzione!


Come è facile abituarsi a staccare una sveglia, lo è altrettanto installare nel proprio inconscio pessime abitudini come, appunto, quella della procrastinazione.



Crea il tuo Libro delle Abitudini


Allora ecco, come promesso all'inizio, un modo per smettere di rimandare, restare focalizzato e dare un boost alla tua produttività.


Quello che devi fare ora:

  1. Prendi un foglio di carta

  2. Scrivi a sinistra tutte quelle cose che fai durante il giorno che ti aiutano a migliorare la tua vita e che sono in linea con i tuoi obiettivi, personali o professionali che siano

  3. Ora scrivi a destra quelle che non sono funzionali o, addirittura, che sono dannose per te e i tuoi obiettivi

  4. Adesso pensa con calma a delle soluzioni alternative a quelle abitudini che ti impediscono di progredire nel tuo percorso di crescita.

  5. Scrivi le soluzioni alternative accanto alle tue attuali abitudini non funzionali.


Bene, hai appena creato il tuo Libro delle Abitudini.


Usalo come reminder, posizionalo in un angolo della tua stanza o della tua casa ben visibile così che, ogni volta che noterai di fare qualcosa che va contro i tuoi interessi, ti fermerai e correggerai subito la tua azione, rimpiazzandola con l'alternativa che hai scritto.



Ora, io lo so che non hai ancora neppure preso il foglio di carta per creare il tuo Libro delle Abitudini, ma lo sai perché?

Perché il tuo inconscio ha già preso il sopravvento e ti ha fatto pensare: lo farò dopo.


Per questo, voglio lasciarti ancora un BONUS per far sì che ti rimanga bene impresso questo concetto:


se vuoi smettere di essere un procrastinatore seriale, la prima regola che devi applicare è

agire subito e farlo sempre.

e la regola di Mel Robbins fa esattamente al caso tuo




Contenuti di crescita personale, spunti professionali, trucchi e strategie per hackerare il tuo mindset e realizzare ciò che desideri da tempo:

trovi tutto questo all'interno del nostro Canale Telegram.